venticinque.

la mia torta di compleanno e appunti in ordine sparso.

Oggi è il 29 luglio 2019 ed io compio 25 anni. Ricordo di una crisi di pianto durante un pomeriggio di un’estate da bambina perchè io non volevo crescere. “Ma mamma, io non ce la faccio a diventare grande!!!”. La capisco, quella bambina lì. Eccome se la capisco. Che è tutto in salita, che il bagaglio di responsabilità da trascinare con forza si appesantisce ad ogni passo, che ogni scelta, ti insegnano, serve ad avvicinarsi alla donna o all’uomo che si vuole diventare. Negli ultimi tempi ci ho pensato spesso a quel momento d’infanzia perchè nell’immaginario comune 25 è un numero grande, adulto e allora un poco ti viene da riflettere sul posto in cui sei e quello in cui vorresti essere.

Nella mia testa a 25 anni mi immaginavo già laureata, innamorata, con un lavoro un poco stabile, in una casa diversa da quella in cui sono cresciuta, in un’altra città o forse anche in questa, capace di parlare più lingue, un po’ più magra e tante altre cose. E invece sono qui e alla laurea magistrale – me lo ripeto per farmi forza – non manca poi molto. A tutto il resto ci devo ancora lavorare, ma qualche tempo fa ho partorito una idea che si chiama Tortecoifiori e questa, nonostante le mille imperfezioni che costellano la mia vita, mi fa sentire realizzata. E piena.

Non potevo dunque celebrarmi in modo diverso da questo. Una torta con i fiori piena di cioccolato e di burro e frutti di bosco e del mio non-colore preferito, il bianco.

Buon venticinquesimo compleanno, cara la mia Elenacoifiori.

Torta di compleanno

Torta di compleanno – BASE ALL’OLIO FARCITA CON GANACHE AL CIOCCOLATO E MORE, BAGNA GIN E FIORI, CREMA MERINGATA AL BURRO SALATO.

Ingredienti per una torta da 10 porzioni circa

Per la base: 285 gr di farina 00 – 1 cucchino e 1/2 di lievito per dolci – 200 gr di zucchero semolato – 4 uova (tuorli e albumi separati) – 1 pizzico di sale – 100 ml di olio di semi di girasole – 100 ml di acqua a temperatura ambiente – scorza e succo di 1 limone – 1 cucchiaino di estratto o pasta di vaniglia

Per la ganache: 50 gr di cioccolato fondente – 100 ml di panna fresca da montare

Per la bagna: 2 bicchieri colmi d’acqua – 2 tazzine di gin (io ho usato Hendrick’s gin) – 3/4 cucchiai di zucchero semolato – una manciata di boccioli di rosa e petali di fiordaliso essiccati

Per la copertura: 1 albume – 80gr di zucchero – 160 gr di burro salato – un cucchiaino di estratto o pasta di vaniglia – zucchero a velo (NON VANIGLIATO) q.b. – 1 pizzico di sale

Per la guarnizione: petali essiccati di fiordaliso q.b – foglia oro q.b

Preparazione

Preriscaldare il forno a 180°C, imburrare ed infarinare due tortiere del diametro di 15 cm. In una planetaria o con delle fruste elettriche, montare gli albumi insieme ad un pizzico di sale. Quando saranno diventati una schiuma, aggiungere metà dello zucchero (100 gr) e montare a neve ferma. Mettere da parte. In una ciotola mescolare i tuorli, aggiungervi l’olio, l’acqua e mescolare. Unire gli ingredienti secchi (farina, lievito, restante zucchero) e mescolare poco, giusto il tempo di ottenere un impasto omogeneo. Aggiungere infine la scorza ed il succo di limone e l’estratto di vaniglia. Infine incorporare gli albumi con una spatola avendo cura di mescolare lentamente dal basso verso l’alto per non smontarli. Dividere l’impasto nelle due tortiere e cuocere per 20/25 minuti, controllando la cottura con la classica prova dello stecchino.

Intanto preparare la bagna. Versare gin, acqua e zucchero in un pentolino e lasciare sul fuoco a fiamma lenta mescolando di tanto in tanto sino a quando lo zucchero non si sarà completamente sciolto. Lasciare in infusione i fiori per alcuni minuti e poi filtrare lo sciroppo con un passino. Lasciar raffreddare completamente.

Preparare ora la ganache. Sminuzzare il cioccolato. Mettere la panna sul fuoco a fiamma bassa e portare quasi ad ebollizione. Quando inizierà a fare una leggera schiuma, togliere dal fuoco, aggiungere il cioccolato e mescolare sino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Lasciar raffreddare completamente.

Preparare la crema al burro, in una ciotola dai bordi alti, a bagno maria, montare con delle fruste elettriche a neve ferma l’albume con un pizzico di sale. Aggiungere lo zucchero e continuare a montare per scioglierlo completamente (prendendo la ghiaccia tra le dita non si devono più sentire i granelli). Togliere la ciotola dal fuoco e continuare a mescolare con le fruste per far raffreddare il composto ed ottenere una meringa ben ferma. Aggiungere il burro a tocchetti e a temperatura ambiente e la vaniglia. Mescolare per ottenere una crema spumosa e omogenea. Aggiungere a gusto dello zucchero a velo per smorzare il sapore del burro. NB. Questa crema è ottima anche con il classico burro (non salato) e si presta ad essere colorata con coloranti vegetali (al supermercato se ne trovano diverse variati in polvere) o in gel, purchè siano liposolubili.

Assemblare infine la torta: bagnare con quattro o cinque cucchiai ciascun “pan di spagna” (io ne ho tagliato a metà uno dei due in modo da ottenere 3 strati di torta e due di farcitura) con la bagna di gin e fiori, farcire con la ganache e le more disposte in modo omogeneo, coprire l’intero dolce con uno strato leggero di crema al burro e guarnire a piacere con ciuffi di crema, foglia oro e frutta.

Si ringraziano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.